Il fascino millenario dell’Oriente
sarà il fil rouge  della IX edizione

di Milano Asian Art

 

Per un mese – dal 16 maggio al 16 giugno 2018 – coinvolgerà cinque delle maggiori gallerie antiquarie milanesi che da anni si dedicano alla conoscenza e alla promozione del collezionismo dell’Asia orientale.

 

Un filo rosso, che unisce la passione e la competenza di antiquari di chiara fama come Mirco Cattai, Renzo Freschi, Carla e Roberto Gaggianesi de “La Galliavola”, Giuseppe Piva e David Sorgato, che organizzeranno nell’arco di quattro settimane mostre tematiche o dedicate a particolari stili e periodi che metteranno in evidenza, con oggetti di grande bellezza e straordinario valore storico – artistico, le infinite espressioni della creatività asiatica. Partner di Milano Asian Art 2018 il Museo Poldi Pezzoli con una mostra a Palazzolo sull’Oglio sulla prestigiosa raccolta di netsuke di Giacinto Ubaldo Lanfranchi, e una visita conferenza di Giuseppe Piva sulle lacche giapponesi il 23 maggio alle 18 al Museo delle Culture (Mudec), a sottolineare l’autorevolezza di questo evento nel calendario culturale della città. E ancora, associazioni culturali come l’Istituto di Cultura per l’Oriente e l’Occidente (ICOO), Giappone in Italia e il Centro di Cultura Italia Asia.

 

 

Brian&Barry Building

presenta

Milano Asian Art 2018

 

The Brian&Barry Building, un prestigioso palazzo anni ’50 dell’arch Muzio che ogni giorno ospita oltre 4000 visitatori incontra la IX edizione di Milano Asian Art. Il Building, un punto di riferimento per italiani e stranieri che si trovano in città, con questo sodalizio vuole dare enfasi ad una città divenuta negli ultimi anni, indiscutibilmente, un polo artistico e commerciale a livello mondiale